Beautyful places: viaggio in Australia! Parte 1||ChiacchiereconStefy&Marco

Viaggio in Australia

 

VIAGGIO IN AUSTRALIA

Tre settimane on the road (lo stretto indispensabile in Australia)!

 

Buongiorno Ragazzi,

l’argomento di oggi apre un nuovo capitolo sul Blog!

Di solito ci troviamo qui per parlare di Beauty, ma se guardate con attenzione l’immagine di copertina del Sito, vedrete che avevo scelto di scrivere: “Beauty, LifeStyle e Blogging”…

…bè il beauty lo avete trovato, il blogging anche… ma il lifestyle?

Non mi ci sono mai addentrata più di tanto, se non in qualche post sui preferiti del mese!

 

Oggi invece ho deciso di iniziare questo nuovo capitolo e di farlo in un modo per me molto speciale!

Spero vi faccia piacere!

Viaggio in Australia

 

Vi racconterò tutto (beh proprio tutto tutto no :P) del mio viaggio (di nozze) in Australia!

Un momento stupendo della mia vita che non voglio assolutamente dimenticare!

 

Per farlo abbiamo un ospite d’eccezione qui sul blog Marco!

Chi?????

Ok è Marco♥, mio marito!

 

Per voi abbiamo scritto alcuni articoli a 4 mani in cui vi raccontiamo nel dettaglio la nostra esperienza  nella terra dei canguri… il nostro viaggio in Australia!

 

Iniziamo?

PRIMO CAPITOLO DEL NOSTRO VIAGGIO IN AUSTRALIA

Ebbene sì, ci siamo cascati! Il 2 giugno del 2018 ci siamo sposati ♥♥ e, dopo 1 mese e mezzo, finalmente, siamo partiti per il viaggio di nozze che sognavamo!

 

Un viaggio in Australia è lungo da affrontare, e il minimo sindacale di tempo di permanenza rimane 3 settimane! Facendo tante cose di corsa, vedendo nemmeno 1/3 di ciò che vorresti vedere, ma se vissute a pieno ti puoi portare a casa TANTO TANTO di questa lontana, stupenda e particolarissima terra.

Non vi tedieremo con dettagli sugli itinerari o altro (qualora voleste approfondirli chiedeteci tutto nei commenti). Organizzare un viaggio di 3 settimane in un posto talmente grande, talmente pieno di cose da vedere, avrebbe mille declinazioni.

Vi diciamo solo che l’abbiamo fatto tutto noi senza passare da agenzie. È fattibilissimo, anzi è proprio facile, se uno si studia un po’ le mappe. Per tantissime località si potrebbe addirittura prenotare pernottamenti direttamente sul posto, tranne che per Uluru, dove invece essendoci pochissima scelta, conviene prenotare già dall’Italia e magari con anticipo.

 

Siamo partiti con l’idea di vedere panorami stupendi, ma per certi versi ci siamo un po’ ricreduti…

“Our land abounds in nature’s gift of beauty rich and rare” canta l’inno Nazionale Advance Australian Fair.

 

Semplice e conciso! La cosa che ci ha colpiti di più del nostro viaggio in Australia è la moltitudine di animali “strani” che pullula i dintorni dalle città, ma anche le città stesse, ogni giorno, sotto gli occhi di tutti!

È infatti un paese che, in anni passati, è arrivato ad avere grossi problemi con la fauna locale, portando sull’orlo dell’estinzione svariati animali endemici, salvo poi improvvisamente lanciarsi in una serie di politiche rigidissime ambientali, sia interne che verso potenziali rischi di contaminazione.

Ogni stato ha decine di riserve naturali e centri di recupero di fauna selvatica, almeno 3-4 parchi nazionali, oasi protette, giardini botanici etc… e nessuno che dice “beo”, nessuno che dice “ah gli ambientalisti esagerano”.

Questo è quello che hanno, il tesoro prezioso che hanno rischiato di sterminare più e più volte. Oggi ogni australiano si batte per veder salvi questi pezzi di bush, di foresta pluviale, di riserve marine, da contaminazione e antropizzazione.

Senza se, e senza ma.

L’obiettivo dei loro parchi naturali Nazionali è che ogni generazione futura possa godere dell’ambiente preservato e protetto in quel territorio.

Un paese che sembra aver imparato molto dal proprio passato!

 

PRIMA SOSTA DURANTE IL NOSTRO VIAGGIO IN AUSTRALIA: SYDNEY!

Sydney, città bellissima!

Una tappa imprescindibile per un viaggio in Australia.

In particolare il quartiere The Rock, sede del primo insediamento umano…

Esci dall’hotel, che avevamo nella popolatissima e tranquilla Chinatown e alla prima aiuola…

ci siamo presi un colpo!! Questi pennuti apparentemente minacciosi, li vedi in giro in Australia come da noi trovi i piccioni…
viaggio in australia

 

 

Dal quartiere the Rock ammiri l’Harbour Bridge, il Circular Quay da cui per mare o per il fiume Parramatta, partono traghetti, escursioni, traghetti di linea, crociere etc…

 

 

Qui invece vi lasciamo le foto di qualche posto da sogno che dovete per forza visitare:

Viaggio in Australia

Viaggio in Australia

 

  • Harbour Bridge dove abbiamo fatto una stupenda passeggiata e sorseggiato un orribile caffè
  • Il Sydney Opera House da vedere assolutamente sia di giorno che di notte
  • Ma in generale da vedere tutto il Circular Quay

Il “classico” mix di edifici Vittoriani, stile Liberty, XX e XXI secolo.. Stupendo!

 

SECONDA TAPPA DEL NOSTRO VIAGGIO IN AUSTRALIA

Nei giorni successivi il giro classico alle Blue Mountains, con prima un passaggio in una Wild Life Reserve, che in realtà fa un po’ da zoo…

Vedere animali in cattività sembra un po’ triste, ma sono come i centri di recupero di fauna selvatica qui in Italia.

E’ comunque uno dei più famosi…

E qui inizia il delirio, perché avvicini con mano animali pazzeschi:

  • Topi giganti saltellanti (i Rock Wallaby)Viaggio in Australia
  • Tra qui e l’Acquario di Sydney (dove siamo stati nei giorni successivi) trovi tutti i personaggi del cartone Nemo o Madagascar (Pinguini, “Doris”, Pellicani, Tartarughe)
  • Il Wombat e il diavolo di Tasmania
  • Ogni genere possibile di marsupiale, sia esso saltellante, dormicchiante, mordicchiante…

 

Viaggio in Australia

 

Si torna bimbi in un men che non si dica! Fra:

  • Dingo
  • Animali che strisciano in svariate forme
  • Canguri

Torni proprio bimbo, divertito da ogni animali che vedi, forse loro trovano strano vedere gatti in giro per le nostre città (giù non se ne vede nessuno per strada), ma per noi vedere questi animali decisamente particolari è stato un momento meraviglioso!

 

VIAGGIO IN AUSTRALIA: KATOOMBA E LE BLUE MOUNTAINS

Abbiamo effettuato un’escursione a Katoomba, per vedere le Blue Mountains.

Viaggio in Australia Che sono poco Mountains, in realtà un altopiano a 1000m di quota, affacciato su un profondo e antichissimo canyon sul cui fondo è presente una foresta pluviale.

Abbiamo preso le tre Scenic World: una funivia in basso, una funivia in orizzontale e una cremagliera, la più pendente del mondo: 52°! Vi giuro che non si riesce a stare seduti con tutta quella pendenza!

Le Three Sisters ci hanno emozionati, le leggende aborigene sono molteplici anche se quella che raccontano come principale, non sembra essere dei Gundungurra, i veri originari di questa terra.

I torrioni di arenaria silicea sono vecchi come il mondo, rocce di miliardi di anni!

Era un antico sito minerario di carbone, la cremagliera fu costruita nel 1873, ma la miniera fu abbandonata a inizio ‘900 quando ci si rese conto che in Australia c’era talmente tanto carbone che non aveva senso estrarlo in un posto così difficile da raggiungere.

Si chiamano Blue Mountains perché la foresta che riveste il canyon è fatta essenzialmente da eucalipti che, tramite la fotosintesi, rilasciano goccioline che tendono al bluastro. Succede più nella loro estate, ma anche d’inverno le tonalità che virano al blu sono percepibili ad occhio nudo!

Una meraviglia della natura!!

 

UNA FINESTRA SULLE CITTÀ CHE ABBIAMO VISITATO NEL NOSTRO VIAGGIO IN AUSTRALIA:

ADELAIDE

Anche le altre città che abbiamo visto durante il nostro viaggio in Australia ci sono piaciute tutte… pulitissime, mix edilizio che tutto sommato è apprezzabile, stili diversi che a essere onesti non cozzano mai, ma che danno l’idea di multiculturalità.

Viaggio in Australia

Adelaide è la “fighetta” dell’Australia (Cit. Marco).

Considerata snob e forse lo è un po’, è anche molto ricca. Il CBD è un concentrato di negozi, centri commerciali, gallerie, ristoranti e locali…. e ottimi vini!

Oltre a questo però è molto carino passare una giornata al Museo (South Australia Museum) e all’orto botanico.

Adelaide per noi è stata una tappa del nostro viaggio in Australia all’insegna del vero relax!

 

 

MELBOURNE

Melbourne ha sempre conteso a Viaggio in Australia Sydney il ruolo di capitale sociale ed economica (nel Victoria hanno passato diverse fasi di sviluppo economico nei secoli), e soffre sicuramente, più di altre, tante disparità sociali.

E’ ad esempio la città australiana in cui passeggiando noti tanti senzatetto agli angoli delle strade, ad Adelaide è impensabile, a Sydney molti molti meno.

Un simbolo di Melbourne che ci è rimasto veramente impresso è il  Voyager Bridge, un ponte commemorativo degli immigrati che sono passati per l’Australia e il Victoria.

 

Passando per Melbourne (ma anche per Sydeney), vi sembrerà di essere a Bangkok o a Singapore: sono tantissimi gli asiatici, tutti molto ben integrati!

L’immigrazione in Australia è al minimo in quest’ultimo anno e sono comunque stati concessi permessi di immigrazione per lavoro a 167.000 persone negli ultimi 5 anni.

E’ chiaro che qui, le opportunità sono ancora tante! In ogni caso il Governo Australiano accetta la richiesta di visto con permesso di lavoro in base al potenziale che ognuno può portare all’economia del Paese (che tu sia un ex progettista della NASA o un cavatore di zucche.. se puoi essere d’aiuto il permesso di soggiorno le te lo rilasciano! A tutti viene data la stessa opportunità)!

Passeggiando per il Voyager Bridge abbiamo scoperto la storia degli immigrati Australiani, davvero interessante! Abbiamo letto i numeri rapportati alle provenienze da ogni paese: abbiamo trovato in cima alla lista ovviamente l’ immigrazione dal Regno Unito, la spiegazione è che sono stati i colonizzatori!

A seguito gli Irlandesi e sul terzo gradino del podio noi italiani, in cerca di ricchezza o di un posto di lavoro.

Aguzzando lo sguardo, infatti, si nota ovunque una marea di ristoranti e cafè di tradizione italiana (e in molti trovi una qualità davvero eccelsa a prezzi onesti)!

 

CURIOSITÀ A PROPOSITO DELLE CITTÀ CHE ABBIAMO VISITATO DURANTE IL NOSTRO VIAGGIO IN AUSTRALIA

Nei CBD di Sydney, Melbourne e Adelaide, tram e/o bus sono sempre tutti gratis a qualunque ora.

In tutte le città si mangia in maniera accettabile, ma una cucina tipica Aussie è pressoché inesistente. Le ricette prendono spunto un po’ di qui e un po’ di là, le adattano (sicuramente meglio di molti altri paesi anglosassoni) ai gusti della popolazione.

È uno dei paesi in cui la pizza è fatta meglio… almeno fino al livello “Margherita”, fatta con gli ingredienti giusti (pomodoro, mozzarella, non formaggio, basilico… ahimè a volte ci piazzano pomodorini ma vabbè, succede anche da noi), poi pieno di ristoranti asiatici, ma anche gli immancabili posti “spennaturisti”, cafè, locali etc…

Ma giudicare l’Australia per la sua cucina tipica non ha davvero senso… c’è tanto altro di molto più interessante!

 

Ragazzi, il racconto è ancora lungo per cui è meglio che ci interrompiamo per oggi!

Ci sarà un’altro episodio, o altri due in base alla lunghezza, in cui continueremo il nostro racconto.

Intanto fateci sapere cosa ne pensate, se siete mai stati in viaggio in Australia e se avete visitato i posti di cui vi abbiamo parlato.

Nel mentre rimaniamo in contatto sui social:

 

Un bacione e a presto,

Stefy & Marco

P.S: Grazie per aver letto questa nostra prima parte del racconto del nostro viaggio in Australia!

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*