The Miracle Morning||Come diventare una persona mattiniera!

The miracle morning

The Miracle Morning||

Come diventare una persona mattiniera e raggiungere i propri obiettivi!

 

Buonasera Ragazze,

Come state?

Oggi inauguriamo una nuova sezione del Blog che chiamerò “Crescita Personale”,  vi ho sempre detto che avrei voluto ampliare il sito e poter parlare oltre che della mia passione primaria (il beauty), anche di altri argomenti che mi incuriosiscono e che riguardano altre tematiche inerenti il mio stile di vita, ed eccoci qui! Spero che questa novità vi piaccia, ritengo che rimanga coerente, in un certo senso, con ciò di cui parliamo di solito e cioè il benessere e la cura della persona, in questo caso non voglio riferirmi ad un benessere fisico quanto ad un benessere mentale.

 

THE MIRACLE MORNING: QUALCHE PREMESSA

The miracle morning

 

Voglio iniziare questa serie di post scegliendo di parlarvi di un libro, The Miracle Morning, o meglio di quello che questo libro mi ha insegnato; sperando che possa essere uno spunto per cercare una routine stimolante che possa aiutarvi a realizzare tutti i sogni che fin ora avete tenuto nel cassetto, e per i quali non trovate mai tempo, in quanto presi dal tran-tran quotidiano.

 

Il libro The Miracle Morning è il best seller scritto da Hal Eelrod, il quale ci propone la sua routine mattutina come metodo per guadagnare tempo prezioso da dedicare alla nostra crescita personale.

Il tutto in maniera semplice e veloce da attuare poiché adattabile a tutti i tipi di stile di vita; infatti il metodo di Hal può essere attuato nella migliore delle ipotesi in un’ora, ma nella peggiore anche in 6 minuti (questo lo rende davvero fruibile da tutti, ma a questo ci arriveremo in seguito).

L’obbiettivo del metodo di The Miracle Morning è quello di svegliarsi felici, con la voglia di alzarsi dal letto invece che farlo perché obbligati, con il massimo dell’adrenalina (l’autore dice, come se ogni giorno fosse sempre Natale).

Il secondo obiettivo è quello di dedicare questo momento di massima energia a noi stessi e alla nostra realizzazione personale prima ancora che ai nostri impegni.

 

Com’è possibile tutto ciò? Semplicemente spostando la sveglia di un’ora indietro (se possiamo farlo, altrimenti basta spostarla indietro di mezz’ora, o anche solo di sei minuti, durante i quali però attueremo qualche piccola accortezza)!

Nel libro The Miracle Morning viene spiegato che i primi giorni saremo davvero motivati nel farlo, ma nei giorni successivi potrebbe presentarsi un calo della motivazione, è normale; in questo caso deve subentrare la forza di volontà per proseguire, dopo 30 giorni però la pratica diventerà un’abitudine già consolidata e farà già parte della nostra routine, ci verrà quasi spontaneo.

 

Quello che voglio aggiungere io a tal proposito è che con il passare del tempo diventerà una sorta di circolo virtuoso, questo perché sarà bello potersi dedicare ai propri progetti e per conseguenza sarà anche bello il momento del risveglio… soprattutto se siete persone molto ambiziose o comunque alla continua ricerca di nuovi stimoli per tenervi attivi.

 

PUNTI PRINCIPALI DEL THE MIRACLE MORNING: COME ATTUARLO

Ora vi esporrò quali sono i punti principali per attuare The Miracle Morning e vi ricordo che a fine post vi parlerò di come io personalmente l’ho adattato al mio stile di vita (il segreto infatti a mio avviso è proprio quello scoprire tecniche e carpire quanti più buoni consigli possibile per poi farli propri e vedere come questi si possono collocare nella propria quotidianità).

Veniamo ora al metodo così come è citato nel libro The Miracle Morning, cercherò di spiegarvi nella maniera più semplice possibile ciò che ho letto dal testo (che comunque vi lascio anche qui, dal mio Amazon Affiliate nel caso voleste acquistarlo ed approfondire).

 

The miracle morning

 

Andiamo per punti:

  • Innanzi tutto la prima tappa imprescindibile, come ormai avrete capito, consiste nel portare indietro la vostra sveglia abituale, il tempo decidetelo voi, abbiamo detto che il tempo migliore sarebbe un’ora. Considerate che sarà un piccolo sacrifico che però vi porterà a guadagnare tempo per voi, per il vostro sviluppo personale e per dedicarvi al raggiungimento dei vostri obiettivi senza togliere tempo prezioso alle altre attività diurne!

Nel libro The Miracle Morning, Hal consiglia anche alcuni metodi da utilizzare per i primi tempi per obbligarvi a sentire la sveglia, si tratta dei metodi per i più restii, quelli che ritengono l’alzarsi presto un’impresa impossibile, non ve li elencherò, non voglio spoilerarvi tutto del testo, per saperli vi rimando direttamente al libro o al sito TheMiracle Morning.com 

 

  • Ci sono poi le pratiche vere e proprie che è consigliato seguire in quest’ora (10 minuti ciascuna o meno se abbiamo meno tempo a disposizione, si può partire anche con 5 minuti ciascuna o solo un minuto).  Queste pratiche sono racchiuse da Hal stesso in un acronimo, utile per ricordarle e allo stesso tempo molto evocativo: S.A.V.E.R.S!

 

SCOPRIAMO I LIFE S.A.V.E.R.S. DI THE MIRACLE MORNING

  • LA PRIMA “S” DI THE MIRACLE MORNING STA PER SILENCE (SILENZIO)

Il consiglio è di iniziare la giornata non in maniera frenetica, ma con 10 minuti di silenzio totale, lasciando che le nostre preoccupazioni, i nostri pensieri su quello che ci aspetterà durante il giorno, ciò che dobbiamo fare, ci arrivino gradualmente e non come dei fulmini a ciel sereno appena svegli!

Iniziare la giornata con il Silenzio rende più sereni, più calmi e anche più riflessivi. Questo permette di affrontare tutto quello che arriverà con più consapevolezza. Provare per credere!

 

I modi per praticare il silenzio sono i più disparati e nel libro The Miracle Morning ne vengono suggeriti diversi, tra questi:

-la meditazione

-la preghiera

-il ringraziamento per ciò che abbiamo o ciò che siamo

-il respiro controllato

-oppure anche solo lo stare seduti senza parlare

A fine post ovviamente vi dirò quello che ho scelto io!

 

  • LA “A” DI THE MIRACLE MORNING SIGNIFICA: AFFIRMATION (AFFERMAZIONI)

Le affermazioni non vengono citate solo in questo libro, le ho incontrate anche in altri testi, uno su tutti “The Seacret”, ve ne avevo già parlato in questo post, ma se vi va approfondiremo il tema.-

 

Con il termine Affermazioni si intende il ripetere un mantra, o una serie di frasi che riguardano chi siamo e chi vogliamo diventare e come abbiamo intenzione di farlo. Il dirlo ad alta voce in un certo senso ci mentalizza verso il raggiungimento dell’obiettivo, in modo che le nostre azioni che seguiranno nell’arco della giornata, siano in qualche modo volte in quella direzione. Il ripeterle con costanza ci rende focalizzati sul raggiungere il nostro traguardo.

 

Gli obiettivi da conseguire possono essere i più disparati e possono riguardare la sfera emozionale, lavorativa, la nostra sfera affettiva o personale, ognuno ha sicuramente i propri sogni e le proprie aspettative che sono diverse rispetto a quelle di chiunque altro.

Siccome il fare affermazioni può non essere semplice ed immediato per tutti, sul libro vi sono alcuni esempi di come impostarle.

 

  • LA “V” DI THE MIRACLE MORNING SONO LE VISUALIZATION (VISUALIZZAZIONI)

Un concetto che potrebbe sembrare strano o comunque inconsueto è quello delle visualizzazioni. È forse la parte che risulta più ostica anche per me, ma ne parleremo in seguito, quando vi parlerò della mia esperienza personale con The Miracle Morning.

Si tratta di una pratica strettamente correlata a mio avviso al punto precedente, infatti per metterlo in pratica dobbiamo aver bene chiari in mente quali sono i nostri obiettivi e desideri per il futuro (e vi garantisco che non è per nulla facile avere sempre le idee chiare in merito), e riuscire ad immaginarli.

Abbiamo 10 minuti ogni giorno per vedere nella nostra mente come saremo quando avremo ottenuto ciò che vorremmo, assaporare le sensazioni che proveremo e vedere qual è stato il nostro percorso per arrivare a destinazione.

Può apparire strano, ma si fa per la stessa ragione secondo la quale dovremmo praticare le nostre affermazioni: avere ben chiara la strada da seguire per ottenere ciò che vogliamo.

Molti attuano questa pratica creando una Vision Board da appendere alla parete e da guardare ogni mattina.

 

  • LA “E” DI THE MIRACLE MORNING STA PER EXERCISE (FARE ESERCIZIO FISICO)

Ecco il punto che ho amato maggiormente tra i 6 Life Savers di The Miracle Morning, l’esercizio fisico mattutino!

10 Minuti di sport appena svegli, qualunque esso sia fanno davvero la differenza! E non lasciatevi scoraggiare da chi dice che da soli non bastano per considerarsi sport perché innanzi tutto alla fine della settimana saranno 60 minuti in più di attività fisica che avrete svolto (e non è poco)! Oltretutto non sarà magari la sola attività che svolgerete ma sarà un ottimo plus che farà la differenza. Inoltre fare attività appena alzati dal letto risveglia immediatamente il nostro corpo, ci conferisce adrenalina e ci da la carica giusta che ci servirà per svolgere le nostre normali attività.

Infine, un ulteriore pregio del fare sport appena svegli sarà quello di liberare immediatamente beta endorfine, ormoni che stimolano un senso profondo di benessere e felicità. Non vi servono per affrontare la giornata?

 

  • LA “R” DI THE MIRACLE MORNING STA PER READING (LEGGERE)

  • The miracle morning

 

La penultima tappa per completare The Miracle Morning è dedicare 10 minuti, o il tempo che voi deciderete di designargli, alla lettura! Avete capito bene! Non so se preferisco questo step o quello dell’esercizio.. ad ogni modo sono i miei due passaggi preferiti; se il primo vi riattiva il corpo il secondo vi riattiva subito la mente. Inoltre si tratta di una di quelle attività per cui diciamo sempre di non aver abbastanza tempo ma che vorremmo praticare, ebbene, 10 minuti al giorno non sono nulla, ma il numero di pagine che avremo letto alla fine dell’anno saranno un grandissimo traguardo!

Il bagaglio culturale che avremo guadagnato a fine anno con questo passaggio di The Miracle Morning sarà inestimabile, soprattutto se sceglieremo con cura i titoli dei libri che andremo a leggere in questo frangente, meglio se si tratta di libri sull’accrescimento personale, manuali che possano insegnarci qualcosa che vorremmo imparare o che siano inerenti e ci informano sull’argomento che concerne il nostro obiettivo personale.

Si può scegliere anche in questi 10 minuti di svolgere ricerche sull’argomento che vogliamo approfondire direttamente dal web, oppure da riviste specializzate nel settore.

Io personalmente trovo tutto questo geniale!

 

  • LA “S” DI THE MIRACLE MORNING STA PER SCRIBING (SCRIVERE)

L’autore di The Miracle Morning, Hal Elrod, ci suggerisce di scrivere, come pratica quotidiana, non importa che sia cartaceo o su tasteria, l’importante è mettere nero su bianco i nostri pensieri.

Quello che possiamo scrivere è variabile, il testo consiglia di tenere un diario da rivedere nel corso del tempo per capire i nostri progressi, o eventualmente dove abbiamo sbagliato.

Oppure possiamo segnare su un foglio di carta le 3 cose più positive che hanno riguardato il giorno precedente.

Oppure ancora, andare a scrivere le cose che dobbiamo fare nell’arco della giornata per essere focalizzati sui nostri obiettivi.

Nel libro The Miracle Morning poi sono segnate anche altre opzioni, vi consiglio di dargli un occhio!!

 

COME HO APPLICATO IL METODO THE MIRACLE MORNING ALLA MIA ROUTINE

Una premessa, nel libro stesso viene detto che non occorre praticare i S.A.V.E.R.S. in ordine, ma che ognuno può metterli nell’ordine che preferisce; io stessa non seguo l’ordine indicato e nemmeno i tempi indicati.

Bensì ho deciso di dedicare più tempo ai suggerimenti che mi piacciono e che mi fanno stare bene, e meno tempo a quelli che mi convincono meno.

La mia routine non è proprio da manuale, probabilmente l’autore di The Miracle Morning leggendo come ho recepito il suo insegnamento rinnegherebbe questo post, ma devo dirvi che invece ne traggo molto beneficio.

Non ho tirato di molto indietro la sveglia, direi che nei giorni lavorativi ho guadagnato 15 minuti, mentre nei giorni di riposo mi concedo un’ora intera di The Miracle Morning, perché? Perché mi diverte e mi fa stare bene!

 

Vi racconto un po’!

 

La mattina quando sono a casa la mia routine è quasi esemplare e quindi 10 minuti di sport (è sempre il primo tra i passaggi che attuo perché mi sveglia veramente), poi passo alla colazione.. hem si, anche quando sono in relax sgarro o meglio, adatto la routine a mio piacimento; poi 10 minuti di lettura (adesso ad esempio sto leggendo i 6 Pilastri dell’autostima, quindi mi sono concentrata sui testi di crescita personale), 10 minuti di meditazione e poi solo 5 minuti tra affermazioni e visualizzazioni, mi dispiace ma non riesco a farne di più, infine procedo con 5 minuti di scrittura (dove amo scrivere le 3 cose positive che mi sono accadute nel giorno precedente e organizzare la mia agenda).

 

Quando sono di fretta, perché ad esempio lavoro, la musica cambia!!!

Mi sveglio, bevo un bicchierone d’acqua e limone (che fa benissimo all’intestino, alla pelle e in generale al fisico) e strutturo così il mio The Miracle Morning:

-faccio 60 saltelli sul posto e un attimo di stretching, voi non ci crederete ma bastano 60 saltelli appena svegli per darvi una energia pazzesca! Provateci e fatemi sapere!

Medito per 5 minuti (o meglio, sto in silenzio ed ascolto il mio respiro, non so se si possa considerare meditazione, sono troppo inesperta in materia per dirlo). Questo passaggio infonde a mio avviso una grandissima serenità e credo che sia validissimo per partire bene!

-Poi inizio le mia attività e quindi faccio colazione e poi entro in doccia, dove faccio le mie affermazioni e.. poche visualizzazioni, le visualizzazioni non sono per me!  Le affermazioni ancora ancora perché le trovo chiarificatrici di quello che mi prefiggo di ottenere nella giornata.

-Esco di casa e prendo l’autobus per andare a lavoro, per sfortuna o per fortuna il tragitto è abbastanza lungo, per cui ho tempo di leggere sempre almeno 10 minuti, cosa che amo fare, e di scrivere su un quadernino che ho sempre in borsa con me le 3 cose per cui sono grata del giorno precedente!

 

Io sono soddisfatta di questo metodo, credo che sia davvero utile sia in ambito di raggiungimento dei propri obiettivi, sia per avere più energie positive da spendere durante il giorno, e perché no, magari potreste scoprire che in fondo vi piace essere delle persone mattiniere!

Vi consiglio comunque di leggere il libro The Miracle Morning per avere una panoramica più completa, ma quello che dico sempre è leggete e REINTERPRETATE! Non tutto quello che ci spiegano gli altri è oro colato, però a volte l’esterno può darci ottimi stimoli e questo può essere uno di quelli!

 

Per oggi è tutto, fatemi sapere se avete letto il libro The Miracle Morning ed avete sperimentato questa routine o se avete intenzione di farlo, intanto rimaniamo attivi sui nostri social; vi lascio qui i miei contatti:

-Instagram; chiacchiereconstefy

-Twitter: TweetconStefy

A presto

baci baci,

Ste

P.S:grazie per aver letto fino in fondo questo post in cui vi parlavo di The Miracle Morning!

 

LINK UTILI:

-Per acquistare The Miracle Morning dal mio Amazon Affilate: Clicca Qui

-Sito Ufficiale di The Miracle Morning: Link!

 

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*